Home » Archivio notizie » 5 ottobre, memoria di Beato Pietro da Imola 
Facebook  Twitter  Google + 

5 ottobre, memoria di Beato Pietro da Imola   versione testuale


Nacque verso la metà del 1200 da un Giacomo di Antonio, appartenente alla nobile famiglia ghibellina dei Pattarini, signori di Linaro dal 1137. Valentissimo giureconsulto, il suo nome compare in svariati documenti imolesi. Nel 1311, quando i ghibellini furono banditi dalla Romagna, Pietro trovò rifugio a Firenze, dove non mancò di impegnarsi in opere di carità negli ospedali. Cavaliere dell'ordine militare di San Giovanni di Gerusalemme, fu Gran Priore di Roma. Ritornato a Firenze si dedicò totalmente alle opere di carità e assistenza degli infermi. Morì a Firenze il 5 ottobre 1320. In epoca indeterminata, le sue reliquie furono esumate da quella tomba e riposte sotto l'altare maggiore, in seguito ad un miracolo attribuito alla sua intercessione. 
Ne facciamo oggi memoria con l'immagine del bellissimo reliquiario argenteo del beato imolese, realizzato prima del 1739 dall'orafo bolognese Giacomo Antonio Falconi.


Curia Vescovile
Piazza Duomo, 1 - 40026 Imola (Bo)
Orario Uffici: Martedì - Giovedì - Sabato Ore 9,30 - 12,00
Tel. 0542.25000 Fax 0542.34672
Copyright