Home » Archivio notizie » Nuove nomine all'Ufficio per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso 
Facebook  Twitter  Google + 

Nuove nomine all'Ufficio per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso   versione testuale


L’11 ottobre scorso il vescovo Tommaso Ghirelli ha nominato padre Dino Dozzi direttore e delegato vescovile per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso. Nelle settimane successive sono stati scelti i membri dell’Ufficio tra persone esperte ed interessate all’argomento, provenienti da varie parti della diocesi e in rappresentanza di diverse associazioni e movimenti laicali. 
A ciascuno è stato affidato un incarico particolare: padre Dino segue i rapporti ecumenici mentre Vittorio Lega, di Spazio Pace, cura il mondo islamico e il dialogo interreligioso; Barbara Bonfiglioli è responsabile dei rapporti con il mondo scolastico; il lughese Guido Ferretti responsabile dei rapporti con Lugo e la bassa; Elia Orselli si occupa di comunicazione e web; Alessandro Zanoni, della Caritas, è il responsabile dei rapporti caritativi e di solidarietà sociale; Giorgio Scaramucci, di Comunione e Liberazione, è il tesoriere mentre segretaria è Anna Dal Pozzo di Azione Cattolica.
I temi di cui è chiamato a occuparsi l’Ufficio non possono essere ignorati perché la società e il mondo sono già interreligiosi, in particolare nella nostra regione dove le percentuali di stranieri sono più alte che altrove.
La Chiesa imolese ha già promosso vari tentativi di dialogo sia con gli islamici che con i cristiani. Tuttavia era necessario dare un’unitarietà alle iniziative, per questo risulta importante la costituzione dell’Ufficio che non deve agire tanto come un’associazione che organizza iniziative in proprio, ma promuovere e valorizzare quanto si sta facendo e soprattutto curare la formazione di una coscienza ecumenica e dialogica. 
L’Ufficio orienterà la propria azione tenendo in considerazione le direttive del documento conclusivo del XXII Sinodo diocesano e la riflessione teologica contemporanea sul tema del dialogo. Il proposito è quello di consolidare e promuovere un vero spirito ecumenico e un sincero confronto tra cattolici e credenti di religioni non cristiane, con il desiderio di conoscersi per stimarsi come fratelli e sorelle. Per questo l’Ufficio utilizzerà tutti i mezzi disponibili, quindi: attività di formazione e aggiornamento, rivolta sia alle realtà diocesane (membri dell’Ufficio stesso, sacerdoti, catechisti, volontari), sia esterne con particolare attenzione per il mondo della scuola. Divulgazione di notizie, documenti, fatti e testimonianze attraverso strumenti di comunicazione locale, sia cartacei che digitali. A questo proposito, nei prossimi mesi sarà attivo un sito internet proprio dell’Ufficio, agganciato a quello della Diocesi di Imola. Incontri di preghiera, soprattutto in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Scambi culturali e famigliari, viaggi e pellegrinaggi (ad esempio in Terra Santa, nei paesi a maggioranza ortodossa, a Taizé, nei luoghi della riforma protestante). 
Il desiderio che ci anima è quello di incontrarsi e dialogare, senza chiudere gli occhi di fronte alle differenze, ma evidenziando ciò che abbiamo in comune. Ci aiutano le parole di Pierre Claverie, già Vescovo di Oran in Algeria: "Certamente esistono verità oggettive. Eppure possiamo raggiungerle solo con un lungo cammino, ricomponendole a poco a poco, spigolando qua e là nelle altre culture, e negli altri tipi di umanità, ciò che anche altri hanno acquisito, hanno cercato nel loro proprio cammino verso la verità. [...] La verità non si possiede, e io ho bisogno della verità degli altri".

Curia Vescovile
Piazza Duomo, 1 - 40026 Imola (Bo)
Orario Uffici: Martedì - Giovedì - Sabato Ore 9,30 - 12,00
Tel. 0542.25000 Fax 0542.34672
Copyright