Home » Archivio notizie » Così si riceve l’Eucarestia, lettera del vescovo 
Facebook  Twitter  Google + 

Così si riceve l’Eucarestia, lettera del vescovo   versione testuale

Monsignor Ghirelli ricorda le norme liturgiche


 “La Chiesa ha sempre riservato grande attenzione e riverenza all’Eucarestia anche nel modo di avvicinarsi alla mensa e ricevere la comunione”: per ricordare il modo corretto di accostarsi alla comunione il vescovo della Diocesi di Imola, monsignor Tommaso Ghirelli, richiama all’attenzione di presbiteri, diaconi e fedeli la delibera 56 della XXXI Assemblea generale della Cei, entrata in vigore il 3 dicembre 1989.

“Spinto da quanto il ministero episcopale mi chiede e da richieste di molti fedeli laici, disorientati per talune arbitrarie prassi liturgiche – scrive monsignor Ghirelli illustrando le ragioni di questa lettera - desidero richiamare a tutti e singoli i presbiteri, i diaconi, gli accoliti e i ministri straordinari della Comunione e a tutti i membri della Chiesa di Imola, alcune norme liturgiche da rispettare nella celebrazione dei divini misteri”.

Da qui ad esempio il richiamo a evitare la richiesta “fatta ai fedeli da parte di qualsiasi ministro che distribuisce la santa eucarestia, di mettersi in ginocchio per poterla ricevere”.

In allegato la lettera integrale del vescovo

Curia Vescovile
Piazza Duomo, 1 - 40026 Imola (Bo)
Orario Uffici: Martedì - Giovedì - Sabato Ore 9,30 - 12,00
Tel. 0542.25000 Fax 0542.34672
Copyright